Fashion

5 cappelli top per l’autunno/inverno 2017-18

Scritto da Silvia Camilleri

È l’accessorio per eccellenza della stagione fredda e questo autunno/inverno si afferma anche come must have immancabile per ogni outfit che si rispetti. Scopriamo i 5 cappelli top per la stagione FW 2017-18

È l’accessorio per eccellenza della stagione fredda e questo autunno/inverno si afferma anche come must have immancabile per ogni outfit che si rispetti. Parliamo ovviamente del cappello: elemento indispensabile per difendersi dai climi freddi, ma soprattutto per dare carattere al nostro stile. Se avete già pensato a borsa e scarpe per questa stagione, non fate mancare un tocco di originalità nel vostro guardaroba con il cappello giusto.

Lo sanno bene i designer che lo hanno scelto come accessorio protagonista delle sfilate FW 2017/18, declinandolo in infinite varianti con un unico comune denominatore: l’eccesso. Colori, forme e materiali inusuali: queste le caratteristiche portanti, ma se non possiamo eccedere indossando stravaganti copricapo come quelli proposti da maison come Moschino, Prada, Maison Margiela o Gucci, possiamo sempre prendere spunto dalle sfilate per scegliere e imparare ad abbinare il cappello giusto per i nostri look. Ecco quindi come scegliere e abbinare i 5 cappelli top per l’autunno/inverno 2017/18.

5 cappelli top per l’autunno/inverno: il basco

Dedicato a tutte le amanti dello stile parigino: il basco. Il copricapo chic per eccellenza, adatto ai visi regolari, ma consigliato soprattutto per addolcire i visi dalle linee squadrate.

Per questa stagione il basco abbandona il suo tocco romantico in favore di note rock come quello cult in pelle nera fatto sfilare da Dior e riproposto da brand low cost come Zara.

Per chi volesse giocare sull’ironia da provare le varianti check di Miu Miu o quella floreale di Etro.

5 cappelli top per l’autunno/inverno: i cappelli retrò

Dai i turbanti di La Petite Robe di Chiara Boni fino alle cloche di Alexandre Vauthier: un vero e proprio tuffo nel passato per chi ama i cappelli retrò.

Perfetti da abbinare a look sofisticati e dall’allure ricercata, da provare anche le proposte in feltro di Toodoria e Doria 1905 dal chiaro gusto anni ’30.

Per gli stili più sbarazzini immancabile il newsboy cap in feltro come quello realizzato da Isabel Marant o quello in stoffa di Alviero Martini.

5 cappelli top per l’autunno/inverno: i baseball

Apparentemente limitato ai look prettamente sportivi, lo snapback o cappello da baseball per questo autunno ci sorprende assumendo note glam.

Realizzato in tweed come quello di Overhead o in pelle borchiata come quello di Valentino.

Per le più audaci da provare la proposta con pon pon multicolor di Fendi o quella in vernice di Desigual e Topshop.

Volete esagerare? Allora il Faux Fur Cap è quello che fa per voi, anche perché l’ecopelliccia è uno dei trend per l’autunno/inverno 17/18.

5 cappelli top per l’autunno/inverno: la cuffia glam

L’accessorio per eccellenza di ogni urban girl? Il Beanie ovviamente. Adatto ai visi tondi e dalle forme regolari, la cuffia in lana attillata è il completamento perfetto di ogni street style che si rispetti.

Per questo autunno viene proposto in diverse varianti glam: dal modello sportivo con slogan maxi come quello di Givenchy, Versace e Fendi al sofisticato chic con veletta come quello realizzato da Armani.

Volete esagerare? Provate la cuffia in piume di Prada o quella in pelliccia di Yves Salomon Meteo.

5 cappelli top per l’autunno/inverno: i cappelli con tesa larga

Boater, fedora, floppy hat e chi più ne ha più ne metta basta che si tratti di cappelli con tesa larga o media.

Tantissima la scelta, dall’iconico boater di Chanel realizzato nel classico tessuto della maison al fedora di Borsalino: un altro immancabile in ogni guardaroba che si rispetti e passe–partout per tutti i look easy chic.

Per chi invece ama i floppy hat o cappelli a tesa larga questa stagione troverà tante proposte, l’unica parola d’ordine è “variazione su tema” come le forme eccentriche di Patrizia Fabri o quelle eccessive di Fausto Puglisi.

Sull'Autore

Silvia Camilleri

1 Commento