Talenti: Brunello Cucinelli, il capitalista umanista

Si chiude con un incontro d’eccezione questa edizione di Talenti: storie di imprese straordinarie, rassegna dedicata ai migliori imprenditori, geni e visionari dell’imprenditorialità italiana. Cinque giornate, cinque incontri, cinque ospiti d’eccezione che si sono raccontati al pubblico nel cuore delle Dolomiti, rappresentando ciascuno una parola chiave. Wellness con Nerio Alessandri, leggerezza con Alberta Ferretti, multitasking con Matteo Marzotto, sostenibilità con Alessandro Benetton e dignità con Brunello Cucinelli: un vero e proprio dizionario di qualità che servono a formare un talento Made in Italy.

È proprio la dignità l’attitudine incarnata da Brunello Cucinelli, l’ultimo ospite che si è raccontato il 31 Agosto al Cortina Golf Club. L’incontro è stato organizzato e mediato da Andrea Cangini, direttore di QN-Il Resto del Carlino.

Lavoro e dignità

Capitalismo umanistico“: questa la filosofia personale di Brunello Cucinelli, conosciuto come “re del cashmere”, ma anche come innovatore nelle pratiche del lavoro sostenibile. Crescita economica nel rispetto dei valori umani, per un capitalismo più etico, più corretto e più dignitoso per tutti.
La sua omonima società si è sempre distinta per la sue politiche lungimiranti: gli stipendi dei lavoratori sono più alti del 20% rispetto alla media e il 20% dei profitti totali vengono devolute ad attività di beneficenza.

Premi e riconoscimenti

Brunello Cucinelli innova non solo nelle politiche aziendali, ma anche nella qualità: la sua azienda è specializzata in beni di lusso realizzati con il gusto e la cura dei dettagli tipica del Made in Italy. Il suo nome è diventato sinonimo di “informal luxury a livello mondiale, con fatturati importanti e sedi in tutto il mondo.

L’impegno di Cucinelli gli ha fruttato una laurea Honoris Causa in Filosofia ed Etica dei rapporti umani, ricevuta dall’Università degli Studi di Perugia. Il premio più prestigioso della carriera, però, è sicuramente il Cavalierato del Lavoro assegnatogli dall’ex Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano in persona. Da non dimenticare anche il Global Economy Prize, ricevuto dal prestigioso Kiel Institute for the World Economy per aver saputo “impersonare perfettamente la figura del Mercante Onorevole”. Perché “capitalista” non dev’essere necessariamente sinonimo di “senza scrupoli”.

Brunello Cucinelli

Professione: imprenditore
Nato a: Castel Rigone nel 1953
Azienda fondata: Brunello Cucinelli


Giada Zavarise

Ex studentessa della Scuola Internazionale di Comics, attualmente impegnata nella difficilissima impresa del vivere scrivendo Cose. Quando non scrivo su Junglam leggo fumetti, bevo tè, gioco di ruolo e imparo fatti inutili su animali bizzarri.