Peter Copping lascia Oscar de la Renta

Il 20 luglio la società Oscar de la Renta ha annunciato che il direttore creativo Peter Copping, scelto personalmente da De la Renta prima della sua morte nel 2014, ha rinunciato alla sua posizione.

“Dopo quasi due anni in Oscar de la Renta, alcune circostanze personali mi costringono a fare ritorno in Europa”, questo è ciò che ha dichiarato durante la sua intervista a Vogue. “Ho apprezzato molto il tempo trascorso a New York, dove spero di poter tornare in futuro.”

Alex Bolen, il CEO della società di moda, ha aggiunto inoltre: “Abbiamo serve lavorato per creare abbigliamento che lasciasse a bocca aperta, e le nostre punte di diamante sono lo studio di design e il nostro atelier. Il nostro team è già all’opera per creare una stagione autunno-inverno che sia all’altezza delle aspettative del mondo intero. Ci auguriamo il meglio per Peter e per il suo futuro.”

La storia di Peter Copping è intimamente legata al mondo dell’alta moda: dopo aver lavorato in Marc Jacobs e Louis Vuitton, ha guidato per cinque anni Nina Ricci. E nonostante la differente provenienza, Copping ha rivelato che lui e de la Renta: “Condividevamo lo stesso territorio. Ci piaceva lo stesso ideale di donna, di casa, di giardino: parlavamo la stessa lingua.”

Sebbene il suo debutto fosse stato dei migliori (fu accusato di mancare di joie de vivre), la sua collezione primavera 2016 sarà ricordata tra i suoi capolavori di sempre.

Omaggiamo il suo lavoro con alcuni abiti Oscar de la Renta che portano la sua firma:


Agata Maini

Scrittrice per passione e per necessità, trascorro le mie giornate tra una lettura e un articolo. Coltivo molte passioni, tra cui quella dei videogiochi, le serie TV e i tarocchi. La moda è l'arte dei nostri tempi, e nonostante il mio stile personale sia perlopiù vintage, amo le sfilate d'alta moda e la loro stravaganza.