La libertà sofisticata di Francesca Liberatore, Fall/Winter 2017

Un inno alla libertà, un inno alla moda e allo stile. La sfilata Francesca Liberatore Fall/Winter 2017, intitolata freedom, esplora con i codici del buon gusto i significati della libertà, mettendo a tema un luogo fisico ma dalla doppia collocazione: Hyde Park. Il luogo su suolo inglese con a tema la Londra anni 90 e il luogo su suolo americano, dove sorge la libreria di New York e la casa di Roosevelt. Francesca Liberatore, stilista italiana ma che opera a un raggio internazionale, evidenzia alcuni elementi di questa collezione, come il velluto, le strisce, dettagli furry e camicie in pizzo, per poi mescolarli, componendo variazioni di questo stile sofisticato.

Pizzi, velluti e vesti da camera

Già dalla prima uscita Francesca Liberatore Fall/Winter 2017 la stilista usa le sue creazioni per veicolare un messaggio: “save freedom of speech” come scrive sulla schiena di un capospalla color panna, abbinato a un completo di velluto scuro e stivali cuissard stringati. Tra le uscite più belle dedicate al velluto, la jumpsuit in questo morbido tessuto blu abbinato a camicia a righe nelle tonalità del rosso e stivali neri, o ancora il completo pigiama color lilla, con la casacca arricchita con le tasche. Un completo tutto di pizzo bianco, con crop pants e casacca con tasche, viene ammorbidito con una veste da camera, sempre in pizzo bianco ma con i bordi di velluto nero. Il blue velvet ritorna con l’abito con coulisse in vita e profondo scollo a v, con gonna lunga e spacco da cui si intravedono pantaloni a righe e reverse del vestito coordinato.

Righe, capispalla e pellicce

Crop top che lasciano la pancia scoperta e skinny pants sono i protagonisti della fantasia a righe proposta da Francesca Liberatore Fall/Winter 2017 in diversi outfit. Rosso, blu, arancio, ma anche ciclamino e lilla: un arcobaleno caldo/freddo che gioca con il nero e le trasparenze, per restituire una figura dinamica e moderna. Tra le uscite più belle dedicate ai capispalla, il trench coat blu con inserti tricot e coda drappeggiata. L’outfit composto da camicia di pizzo bianco, giacca trapuntata in velluto con dettagli fur sulle maniche e pantaloni skinny armonizza molte delle suggestioni presentate durante la sfilata. La pelliccia compare anche su cappotti e giacche, con inserti che scolpiscono la silhouette. La gonna è presentata in versione corta e a ruota con lavorazione che punta sulla luminosità in abbinamento a pizzi e trasparenze, oppure lunga sempre di pizzo e tulle. L’abbinamento di bluette e ciclamino è protagonista delle ultime uscite, in particolare un look che la stilista sceglie di far sfilare due volte: pantaloni a righe, bustier in pizzo, bomber trapuntato bicolor e sciarpa di velluto con frange (quest’ultima citazione del look della british rock band Oasis).


Patrizia Saolini

Esperta di moda e costume con esperienza ventennale in aziende del lusso internazionali. Per Junglam.com firma il blog The Camber by Patrizia Saolini e partecipa alle maggiori fashion week mondiali come corrispondente estera e style coach.