Bobbi Brown lascia il suo brand omonimo

La make-up artist e imprenditrice del settore beauty Bobbi Brown ha deciso di lasciare il suo omonimo brand alla fine del 2016. La notizia è stata confermata da WWD pochi giorni fa.

Dopo aver cominciato la sua brillante carriera come make-up artist per shoot editoriali e per le sfilate di moda negli anni ’80, la Brown ha fondato il suo brand omonimo lanciando la sua linea di prodotti di bellezza volti a potenziare e mettere in risalto la bellezza naturale. Questo era il 1991, e mentre Brown diventava sempre più famosa e si affermava come un piccolo gioiello prezioso che tutte avremmo voluto custodire nel nostro beauty case – io ho un mascara che conservo preziosamente! – la Estée Lauder ha riconosciuto il suo potenziale e ne ha acquisito le azioni di maggioranza.

Negli ultimi anni Bobbi Brown ha avuto l’occasione di collaborare con moltissimi brand. Si è trovata tra i protagonisti di Yahoo’s Beauty (che non ha avuto lunga vita, purtroppo), ha tenuto una conferenza nel 2015 per il “How to make it Fashion“, dove ha espresso la sua filosofia business che l’ha resa ancora più famosa: “Se non è una sfida, non lo faccio; gli imprenditori non hanno paura di fare cose che non sanno come fare.

La Brown ha inoltre portato i suoi buoni consigli nel mondo della bellezza. “Cerca di capire quello che vuoi fare, chi vuoi essere. Prova tutte le strade. Sii gentile con tutti – e non solo perché potrebbero fare qualcosa in cambio – non sai davvero che cosa stanno passando gli altri. Apri il cuore e la mente.” E se questi consigli ci appaiono oro non solo per il settore beauty e fashion, ci aspettiamo solo grandi cose dalla Brown e dalla sua futura carriera.

Speriamo di darvi informazioni più precise a riguardo nei prossimi giorni!


Agata Maini

Scrittrice per passione e per necessità, trascorro le mie giornate tra una lettura e un articolo. Coltivo molte passioni, tra cui quella dei videogiochi, le serie TV e i tarocchi. La moda è l'arte dei nostri tempi, e nonostante il mio stile personale sia perlopiù vintage, amo le sfilate d'alta moda e la loro stravaganza.