Divertimento puro con Jeremy Scott Fall 2017

Divertimento assoluto. Eccessi. Il glorioso passato dell’America. C’è tutto questo nella collezione Fall 2017 di Jeremy Scott. Una divertita presa in giro del mondo in cui il designer americano non sembra troppo contento di essere finito.

Fantasie e colori

CATEGORY IS~OFF DUTY SHOW GIRL 💎@romeestrijd 💎

A post shared by Jeremy Scott (@itsjeremyscott) on


In passerella c’è di tutto: un caleidoscopio irriverente in cui il top zebrato e la maglia con la stampa di Gesù convivono in pace e armonia. Armonia degli eccessi ovviamente. Scott dà fondo a tutto il suo armamentario per sconvolgere e stravolgere. Neanche il tubino nero, il glorioso little black dress, ne esce indenne: diventa di pelle nera, con il corpetto che è una copia dei giubbotti dei biker. E poi smette di essere nero tinta unita e si veste di una miriade di punti luce colorati e borchiette. Le jumpsuit e gli abiti lunghi si vestono di righe mentre sinuose frange ondeggiano e brillano di paillettes. Su tutto regna l’irriverenza del designer che ha riscritto Moschino.

Dovendo scegliere una dominiante cromatica verrebbe da dire il fucia che esplode in passerella con una certa frequenza, o anche il celeste del fiabescamente retrò abito da fata turchina con giubbotto di pelle lucida violetto.

Accessory sexy baby

GIRL POWER 🙋🏼👊🏽

A post shared by Jeremy Scott (@itsjeremyscott) on


Niente dice sexy con un accenno di burlesque come le calze a rete e Scott non si lascia sfuggire questo elemento, che però accompagna ai sandali alti con il calzino bianco e a borse che sono in realtà i cestini del pranzo dell’asilo: un altro rimando alla giocosità per una collezione che prende in giro tutta la società consumistica che si veste dei propri idoli. Da Michael Jackson alla Madonna con Bambino, in passerella ce n’è per tutti i gusti e tutti i colori. Letteralmente. Infine, menzioni d’onore per la finta stola fucsia di quello che sembra un maialino e agli occhiali con la montatura a stella bianca.


Valeria Poropat

Autrice, pittrice, illustratrice e qualche altra -”ice” all'occorrenza, adoro tutto ciò che comprende colore e lavoro sull'immagine. Apprezzo ciò che è autentico, mi piace l'handmade come filosofia ma so riconoscere il bello ovunque. Spirito misantropo e festaiolo, mi piace la compagnia ma anche la completa solitudine.