Look da cerimonia: 5 segreti del red carpet per uno stile al top

Testimone di nozze, damigella d’onore o semplice invitata? Quale sia il tuo ruolo non importa: la stagione dei matrimoni è iniziata e con essa anche tutto lo stress da preparativi per avere uno stile al top durante la cerimonia. Che tu non sia la sposa è un elemento trascurabile, qualsiasi donna nel momento stesso in cui riceve la fatidica partecipazione si pone sempre la stessa domanda: cosa mi metto? O meglio ancora: come faccio ad essere bellissima? Perché una verità indiscutibile e riconosciuta da tutte è che un matrimonio è la passerella sociale per eccellenza, il momento topico in cui sfoderare tutta la nostra allure per conquistare l’uomo dei nostri sogni (o per trovarlo, dipende!), per sconfiggere sul campo la nostra più acerrima nemica o semplicemente per abbandonare l’avvilente look casual al quale ci arrendiamo per pigrizia ogni giorno. Insomma: un matrimonio non è solo una cerimonia ma il nostro personale tappeto rosso e proprio per questo oggi vi svelo 5 consigli per un look da red carpet per avere uno stile al top.

wedding

1) segui le regole del bon ton

Partiamo dal presupposto che esiste un look giusto per ogni occasione, e un matrimonio è il luogo per eccellenza in cui rispettare alcune fondamentali regole del bon ton. Prima di tutto verifichiamo che non sia richiesto un preciso dress code nella partecipazione (questo di solito risolve ogni dubbio), in secondo luogo consideriamo l’orario in cui si svolgerà la celebrazione. Avete mai visto una celebrity presentarsi con un abito da sera a un photocall? No, quindi procediamo con ordine con i consigli per il look da cerimonia.

Matrimonio al mattino: bandito il lungo, ma anche il troppo corto, la giusta lunghezza dell’abito è sotto o appena sopra il ginocchio; assolutamente no a tessuti lamè o troppo vistosi che vi facciano sembrare reduci da un after party. Matrimonio pomeridiano: via libera al classico abito da cocktail e, visto che probabilmente la festa si protrarrà anche la sera, si a tessuti preziosi. Matrimonio serale: finalmente sì al lungo, assolutamente no a scollature troppo pronunciate, forme troppo attillate e spacchi vertiginosi, si può essere sexy senza imitare le prodezze di Bella Hadid.

Per quanto riguarda la regola su come abbinare i colori ovviamente no al bianco e suoi derivati e no al nero, anche se è l’unico colore con il quale vi sentite al sicuro. Personalmente avrei dei dubbi anche sul rosso vivace e sul viola: uno troppo sguaiato, l’altro è sempre a rischio “effetto quaresima”. Prediligete palette vitaminiche se il matrimonio è estivo e avete già un incarnato bonne mine; si anche a tutte le classiche tinte pastello. Infine tenete sempre conto della location e fatevi furbe: no al tacco a spillo se la festa si svolgerà in un giardino; proprio no ai tacchi se si tratta di una cerimonia sulla spiaggia.

Ultima nota e regola portante del bon ton per uno stile al top: a meno che non si tratti della festa marittima sopracitata la calza è sempre d’obbligo, ma cercate di evitare l’effetto calza contenitiva, quindi scegliete collant molto leggero e soprattutto non lucido! Da evitare anche nuance troppo chiare, soprattutto se non siete abbronzate puntate su una gradazione leggermente più scura della vostra e che non crei troppo distacco. Il mio consiglio spassionato è di acquistare almeno tre paia di calze e di portarne almeno uno di ricambio in modo da rimediare ad eventuali smagliature.

2) Valorizza i tuoi pregi con l’abito giusto

Rimandando a un’altra sede la scoperta della nostra forma del corpo per vestirci al meglio, voglio partire da una domanda: perché le star si affidano alle mani esperte di stylist per i red carpet? E noi siamo in grado di riconoscere in nostri punti di forza? Spesso si sceglie un abito da cerimonia più per una questione di moda o di emulazione  che per una reale presa di coscienza di quali siano i nostri pregi da valorizzare e i difetti da minimizzare. Ad esempio: perché indossare gonne attillate e sopra il ginocchio se i nostri polpacci non sono proprio esili? Perché ostinarci a voler acquistare quell’abito da mille e una notte se non superiamo il metro e sessanta?

Partiamo quindi da un’analisi realistica, e non per forza critica, del nostro corpo per scegliere l’abito giusto che ci valorizzi. Certe volte basta uno sguardo amorevole e di accettazione verso noi stessi per fare emergere tutta la bellezza e la femminilità che ogni donna porta in sé in modo così unico e inimitabile. Nelle didascalie delle foto della gallery fotografica trovate qualche consiglio su come scegliere l’abito giusto.

3) I dettagli sono fondamentali

Come diceva Christian Dior “Il dettaglio è importante quanto lo è l’essenziale. Quando è inadeguato, distrugge l’intera creazione”: quello che farà del vostro un look vincente saranno i dettagli. In tal senso il mio consiglio è quello di rimanere sull’essenziale e puntare su uno o due punti di forza. Può trattarsi di un gioiello: una collana senza altri orpelli è in grado di valorizzare la vostra scollatura, lo stesso vale per un paio di orecchini particolari che metteranno in evidenza l’acconciatura. Non occorre sfoderare l’intera parure ereditata dalla nonna: indossare troppo vi farà sembrare “troppo” (di solito troppo pacchiane) quindi meglio evitare.  Lo stesso discorso vale per la scelta degli accessori: la scelta della borsa e delle scarpe è fondamentale. Anche in questo caso puntate a valorizzare solo uno dei due lasciando l’altro in sordina: se la pochette è gioiello non occorre che la scarpa sia tempestata di cristalli, inoltre non sottovalutate mai la potenza di una décolleté nude che nella sua semplicità ha l’effetto magico di far sembrare le vostre gambe chilometriche e le vostre caviglie sottilissime.

4) Il trucco c’è ma non si vede

Eleganza e allure non sono solo questione di abito e accessori ma, come dicevamo prima, di dettagli. Non è un caso se le star di Hollywood comincino a prepararsi per un evento molto tempo prima. Denti, unghie e capelli sono il vostro primo biglietto da visita, quindi occorre non trascurare la loro cura. Ad esempio per la manicure: le unghie non devono essere troppo lunghe né dipinte con colori sgargianti, meglio un ritocco effetto naturale che valorizzi la forma delle mani; da non trascurare anche la cura delle cuticole. Per quanto riguarda i capelli puntate su un effetto naturale e soprattutto tenete conto della natura del vostro capello e delle previsioni meteorologiche: sconsiglio a tutte le ricce di puntare al look ultra liscio se è prevista pioggia.

Un discorso a parte va fatto per il trucco: anche in questo caso vince la sobrietà. Per il giorno assolutamente sì al make up nude: vi farà apparire radiose e dalla pelle perfetta senza sembrare truccate. Per il pomeriggio-sera si può giocare con effetti più scenografici scegliendo però se mettere in evidenza occhi o labbra: truccare troppo entrambi vi riporterebbe irrimediabilmente in una disco anni ’80. Sì al rossetto rosso se avete delle belle labbra, assolutamente no a colori vivaci se avete labbra piccole. Si a uno smokey eyes se preferite far risaltare lo sguardo; per questa stagione da prendere in considerazione anche la variante colorata tra le tendenze per la primavera estate.

5) Gli alleati per un outfit perfetto

Per sopravvivere incolumi ad un invito a un matrimonio e restare la Cenerentola irresistibile che volete essere occorre munirsi di alcuni invisibili ma essenziali alleati. Partiamo da ciò che sta sotto il vestito. Non tutti sanno che il segreto che rende unico un abito da Oscar sta proprio in una vera e propria “impalcatura” invisibile che rende perfette le forme di chi lo indossa. Stiamo forse parlando di qualcosa che assomiglia ai mutandoni della nonna? Assolutamente si. Quindi, sperando che la vostra serata non finisca come per Bridget Jones, dimenticate la lingerie di pizzo e puntate su un buon intimo modellante e soprattutto sulla scelta giusta del reggiseno in base alla scollatura dell’abito e alle vostre forme.

Secondo punto: se non volete finire a piedi nudi nel giro di poche ore vi consiglio di munirvi di cuscinetti gel da posizionare nei punti strategici nelle scarpe. Altro piccolo trucco: mai indossare per la prima volta le scarpe il giorno del matrimonio, meglio indossarle con dei calzini quando siete in casa dando modo alla tomaia di prendere la forma del vostro piede. Ultima cosa: optate per i tacchi se e solo se siete in grado di camminare sui tacchi, non c’è niente di meno attraente di una donna con indosso dei tacchi a spillo che incede barcollando e attaccandosi a ogni tipo di sostegno umano o non, come se camminasse su una lastra di ghiaccio a pericolo rottura.

Infine indispensabile un mini kit per rinfrescare il trucco: avete presente l’effetto sbavato del rossetto post tartina? Ecco meglio evitare, per questo da prediligere rossetti a lunga tenuta che vi consentano di mangiare, bere e baciare chi volete senza lasciare tracce. In generale per garantire la tenuta del trucco essenziale l’utilizzo di un buon primer che svolga la doppia azione di preparare il viso al make up e ne garantisca la durata.


Silvia Camilleri

Siciliana trapiantata a Milano, malgrado la sua irrimediabile meteoropatia, per seguire le sue passioni: la moda e il bello. Ama scrivere, ascoltare e raccontare attraverso immagini e parole. Crede fortemente nella capacità della comunicazione e nella forza dirompente dello stupore.