Beauty

Tonico viso: a cosa serve e come sceglierlo

Scritto da Silvia Artana

Detergente, riequilibrante e perfezionante: il tonico viso ha tante qualità. Scoprite qui come usarlo e come scegliere quello più adatto a voi!

Ogni donna ha la sua beauty routine e non tutte usano gli stessi prodotti. Ma uno in particolare fa fatica a trovare posto tra quelli utilizzati ogni giorno: il tonico viso.

Vero e proprio “oggetto misterioso”, viene snobbato perché è considerato poco utile o inutile del tutto. Ma si tratta di un giudizio superficiale e affrettato. Al contrario, è un prezioso alleato per mantenere la pelle bella, luminosa e in salute e… fare durare a lungo il make up.

Se siete rimaste incuriosite, scoprite qui a cosa serve e come sceglierlo!

Tonico viso: a cosa serve e come usarlo

Il tonico viso è un preparato liquido (lozione) leggermente acido, la cui principale funzione è quella di detergere la pelle. Ma se state pensando che si tratti di un “doppione” del latte detergente, vi sbagliate: il tonico viso penetra più in profondità e rimuove le impurità con maggiore accuratezza. Per questa ragione, gli specialisti della bellezza consigliano di utilizzarlo alla fine della beauty routine, per eliminare in maniera completa eventuali residui di trucco, oli, saponi e dello stesso latte detergente, sebo, cellule morte e le microparticelle di polvere dello smog.

Il tonico viso ha anche un’altra funzione molto importante. Grazie alla sua componente leggermente acida, aiuta a riequilibrare il pH della pelle, rimuovendo la leggera patina di calcare che si deposita sulla faccia dopo averla lavata con l’acqua. Inoltre, svolge un’azione perfezionante e ricompattante.

Non ultimo, funziona come un fissatore per il trucco. Come? Applicandolo o nebulizzandolo dopo ogni step della routine della base viso e a make up finito.

Tonico viso: come sceglierlo

Generalmente, il tonico viso svolge una triplice azione detergente, riequilibrante e perfezionante, ma la formula e le caratteristiche variano in base al tipo di pelle per il quale è pensato.

Se la vostra è grassa e impura, fanno per voi prodotti astringenti, sebo-regolatori, normalizzanti, rinfrescanti, antibatterici e/o antisettici. Al contrario, se è secca e sensibile, optate per un tonico viso idratante, addolcente, protettivo, rinfrescante, lenitivo e/o calmante.

Per combattere le piccole e grandi imperfezioni e le rughe, l’ideale è un prodotto ricco di antiossidanti e tonificanti, mentre se desiderate dare tono, elasticità e luminosità alla pelle, scegliete un tonico viso addizionato di oligoelementi.

Tonico viso: i prodotti da non perdere

Il tonico viso vi ha conquistate e avete deciso che deve entrare a fare parte della vostra beauty routine, ma non avete idea di quale possa fare al caso vostro?

Rare Earth Pore Refining Tonic di Kiehl’s, l’acqua di fiori biologica ad effetto lenitivo e regolarizzante Idrolato Biologico di Amamelide di Florame’, la lozione Defence di Bionike, il tonico idratante di Collistar e Iris di Clarins, con estratti purificanti di iris e salvia, sono indicati per le pelli grasse, impure e a tendenza acneica.

Invece, per le pelli secche e sensibili, sono ideali la lozione tonificante Facial Toner di Dr. Hauschka (certificata naturale, bio e vegana), l’Acqua d’Uva di Caudalìe, la lozione Ritual Care di Sensilis, Tonique Confort di Lancôme e Lotion Tonique aux Fleurs a base di estratti di rosa, fiordaliso e amamelis di Sisley Paris.

Se il vostro problema sono segni dell’età e imperfezioni, possono aiutarvi Surviva – Specifical Tonic Lotion di Arval, il Tonico Antirughe Idratante Ocleò, ad azione addolcente, decongestionante, umidificante e astringente, Lotion Tonique Très Tonique di Sephora e Revitalift Rejuvenating Smoothing di L’Oréal Paris.

Da ultimo, per dare vigore, tono e luminosità alla pelle, potete provare il tonico micellare arricchito con oligoelementi salini Acquardente di Officina Italica.

Sull'Autore

Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.