Fedua first anniversary party

Si è svolto giovedì 27 ottobre il primo Anniversary Party FEDUA, per festeggiare insieme un anno di successi e presentare le prossime novità.
La festa si è tenuta a Milano nell’esclusivo Aldo Coppola Kingdom of Beauty.

La storia di Fedua

Il marchio Fedua ha origini atipiche: nasce infatti da una famiglia che per cinquant’anni ha prodotto vernici per ambienti.
Cinquant’anni di tradizione, di amore e di studi per il colore che vengono ora applicati al mondo della moda creando smalti per unghie assolutamente unici, dalla lunga durata e dai colori brillanti.
Gli smalti Fedua sono inoltre certificati 5 free, ovvero liberi da cinque sostanze nocive che si possono trovare in altri smalti: Formaldehyde, Formaldehyde resin, Camphor, Toluene e Dibutyl phthalate.

Fedua Vernici

Le origini del marchio sono ben rappresentati dalla linea Vernici, che è stata scelta dal gruppo Aldo Coppola per gli atelier di Milano, Firenze, Roma e Forte dei Marmi. Smalti dal packaging che richiama i barattoli di vernici, ma molto più facili da aprire!
La collezione Vernici è composta da otto bellissimi colori effetto gel: Fedua Azure, Marasca Rouge, Poison Green, Wisteria Lilac,Lotus Pink, Coal Black, Currant Red e Safari Rose. Ulteriori tinte come Dandelion Yellow e Peach Blossom sono state presentate in occasione della nuova collezione Fedua Autunno&Inverno 2016.

Smalto ultra glossy

Presente nella collezione anche l’Ultra Glossy Top&Base, smalto gel a effetto trasparente ideale da stendere come base o per dare un tocco in più di brillantezza ai vostri colori. Se volete rendere le vostre unghie colorate più durature e brillanti, sarà sufficiente stenderne un velo sopra lo smalto normale.

Dove acquistarli

Gli smalti Fedua sono acquistabili nello store online, o nei tanti punti vendita diffusi in tutta italia.
Cosa state aspettando? Con soli 49.99€ potete portarvi a casa il paint box con 8 colori della serie. Ideale come regalo di natale da regalarsi o da regalare alle amiche!


Giada Zavarise

Ex studentessa della Scuola Internazionale di Comics, attualmente impegnata nella difficilissima impresa del vivere scrivendo Cose. Quando non scrivo su Junglam leggo fumetti, bevo tè, gioco di ruolo e imparo fatti inutili su animali bizzarri.