Cosa vedere a Milano: i 10 musei da non perdere

Chi sceglie Milano per passare qualche giorno o anche un solo weekend, vuole scoprire ciò che di meglio la capitale lombarda ha da offrire.

Che sia attratto da Expo 2015, dalla Milano Fashion Week o dal Salone del Mobile, che voglia passare qualche ora nei locali più cool, facendo shopping nelle vie del quadrilatero della moda o passeggiando tra i nuovi grattacieli che ne hanno recentemente rivoluzionato lo skyline, il turista che arriva a Milano si ritrova a respirare inevitabilmente quell’aria un po’ snob con cui questa signora sempre di fretta e indaffarata accoglie chi varca i suoi confini.

L’occasione per rallentare il passo però c’è e la offrono i numerosi musei distribuiti tra il centro e la periferia che propongono un panorama di visite ad ampio spettro: dall’arte alla scienza, dalla storia alla tecnologia, c’è davvero scelta per tutti i gusti.

Milano, via Dante

Musei e gallerie d’arte a Milano

Per gli amanti dell’arte Milano offre numerose possibilità di visita, a partire dal recente Museo del Novecento in cui si può ripercorrere l’evoluzione artistica italiana nel XX secolo. Un museo spettacolare affacciato direttamente sul Duomo di Milano in cui il visitatore si perde in un’alternanza continua di visioni tra le opere esposte e le mille sfaccettature che offre la Cattedrale del capoluogo lombardo.

Da Hayez a Pelizza da Volpedo, da Canova a Previati, il Padiglione di Arte Moderna di Milano è uno dei musei più visitati in città. Si trova in via Palestro e offre vari itinerari museali, compresi un percorso per i non vedenti e visite didattiche per famiglie con bambini.

La Pinacoteca di Brera non ha bisogno di presentazioni ponendosi a livello non solo nazionale come uno dei principali poli artistici e culturali. Oltre al percorso museale offre mostre temporanee ed eventi legati a Expo 2015.

La Pinacoteca di Brera

La Pinacoteca di Brera

Il Museo Poldi Pezzoli è una chicca in bilico tra storia e arte, con le sue sale antiche, l’armeria e gli arazzi che fanno da contraltare a una ricchissima raccolta di dipinti ricercati e collezionati da Gian Giacomo Poldi Pezzoli nel corso del XIX secolo.

Chi desidera vivere le emozioni suscitate dall’arte non può non fare un salto alla Triennale, uno spazio all’interno del Palazzo dell’Arte, dedicato alla storia del design e alla sua evoluzione. Fare una sosta nel suo cafè consente di respirare a pieni polmoni un po’ di quel design che ha contribuito a rendere famoso lo stile italiano nel mondo. Dai tavoli al bancone, dalle tazze ai cucchiaini ogni pezzo ha una storia da raccontare. Imperdibile.

Scoprire la scienza e la tecnologia al museo

Il Museo delle Scienze Naturali offre ai visitatori un viaggio attraverso la storia dell’evoluzione, l’ideale per i bambini che si affacciano per la prima volta al mondo delle scienze, ma anche per adulti appassionati e curiosi di paleontologia, botanica, zoologia, entomologia.

Le collezioni esposte sono in continua evoluzione e dalla metà dell’Ottocento a oggi le sale non hanno mai smesso di arricchirsi di nuovi elementi, così come la ricca biblioteca aperta al pubblico.

Sentirsi un ingegnere scoprendo le invenzioni di Leonardo da Vinci, un pioniere del volo avvicinandosi ai primi velivoli o vivere altre epoche attraverso l’evoluzione dei treni e delle imbarcazioni, tutto questo e molto altro è possibile visitando il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”.

Si tratta di uno dei musei più visitati di Milano che ha conosciuto una nuova giovinezza da quando ospita nei suoi cortili il sottomarino Enrico Toti visitabile anche all’interno previa prenotazione.

Un tuffo nella storia di Milano

Per immergersi appieno nella storia della città è necessario visitare alcuni luoghi che aiutano a ripercorrere gli eventi salienti della sua formazione attraverso reperti e oggetti collezionati e conservati con cura.

Si può iniziare con una visita al Museo Archeologico di Milano che ospita nelle sue due sedi, oggetti preistorici ed egizi (al Castello Sforzesco), pezzi d’arte greca, etrusca, romana e barbarica (nella sede dell’antico monastero di San Maurizio in Corso Magenta).

L’evoluzione del tessuto urbano e della città, ma anche della moda e del costume, dalla dominazione spagnola fino al Novecento diventa ben chiara se si visitano le sale del Museo del Costume Moda Immagine all’interno di un edificio, Palazzo Morando Attendolo Bolognini, che già dai suoi scaloni fa immergere il visitatore nell’atmosfera storica dell’epoca.

Per approfondire un momento storico che ha visto Milano come protagonista primaria si può poi far visita al Museo del Risorgimento e conoscere così la storia delle Guerre di indipendenza e delle Cinque Giornate di Milano.

Non lontano, sia dal punto di vista spaziale che temporale, si può visitare la casa di Alessandro Manzoni dove gli ambienti interni ancora intatti ci faranno scoprire le stanze, e in particolare lo studio, dove viveva e scriveva l’autore dei Promessi Sposi.

Oltre a questi, Milano, offre ai turisti molti altri musei spaziando dal Museo della macchina da scrivere a quello del Giocattolo e del Bambino, dal Museo del Teatro alla Scala alla Pinacoteca del Castello Sforzesco, dal Museo del Cinema a quello del Fumetto.

Teatro alla Scala Milano

Teatro alla Scala Milano

Un’ampia scelta per chi desidera entrare in profondità nella storia e nella vita di Milano e dei milanesi.

Museo Card e biglietto 3 giorni

Ogni museo ha un suo diverso prezzo d’ingresso ma ci sono due soluzioni per risparmiare e godersi tutti i migliori musei di Milano.

La prima soluzione è la Museo Card, una tessera annuale che con € 35,00 vi permetterà di accedere gratuitamente tutte le volte che vorrete ai musei civici della città (musei del Castello Sforzesco, Galleria d’Arte Moderna di Milano, museo del Novecento, museo di Storia Naturale, Palazzo Morando – Costume Moda Immagine, museo del Risorgimento, acquario e museo archeologico) e di avere sconti sulle mostre temporanee.

La seconda è il Biglietto 3 giorni che vi garantirà un accesso a ogni museo per € 12,00. L’abbonamento, come dice il nome, è valido per tre giorni.

Queste soluzioni sono acquistabili alle biglietterie dei musei oppure online.

 

Leggi anche


Stefania Silvi

Mamma, insegnante, ingegnere, moglie (non sempre in questo ordine), milanese trapiantata tra le vigne della Valpolicella, nel 2012 inizia la sua avventura nel web con il blog La casa della mamma. Dopo aver collaborato con altri network on line, nel gennaio del 2015 inizia la collaborazione con Junglam.