Ci laviamo i capelli troppo spesso o troppo poco?

Non molto tempo fa c’è stato detto che ci lavavamo i capelli troppo spesso e che rischiavamo di diventare un pianeta di Calvi. Adesso viene fuori che molte di noi hanno preso questa cosa del lavarsi poco spesso troppo alla lettera e parecchi fidanzati, mariti e compagni si lamentano che le loro donne si lavano troppo poco spesso. Quindi la domanda ora è: ogni quanto lavarsi i capelli? E con quale shampoo?

Innanzitutto cerchiamo di capire perché si era diffusa l’idea che ci stessimo lavando i capelli troppo spesso. In una deriva di pulizia eccessiva, tanti erano arrivati a lavarsi i capelli tutti i giorni. E fin qui non ci sarebbe stato nulla di male se non fosse stato che, anche solo fino a pochi anni fa, gli shampoo e i balsamo erano molto spesso aggressivi sul cuoio capelluto. Era proprio questa azione aggressiva che, a lungo andare, poteva provocare la perdita dei capelli.

Ci laviamo i capelli troppo spesso o troppo poco 3

Alla fobia per la perdita dei capelli da troppo shampoo si e poi unita la moda dello shampoo secco ma anche in questo caso non si può eccedere. Lo shampoo secco, infatti, serve per allontanare l’incontro con acqua e sapone di uno o, massimo, due giorni. Molte donne invece lo utilizzano pensando di poterlo sostituire allo shampoo e quindi arrivano a lavarsi effettivamente i capelli con acqua e sapone solo una volta a settimana o una volta ogni 15 giorni.

Ma come si fa a decidere effettivamente che è ora di lavarsi i capelli? Esiste un metodo che potremmo definire “sperimentale”, strofinate due dita sul cuoio capelluto e poi odorate. Sarà subito evidente se è ora di una bella lavata di capo. Ma la frequneza con cui occorre lavarsi i capelli cambia soprattutto in base al tipo di capello. Se i capelli tendono a essere fini e oleosi la frequenza deve aumentare mentre chi ha capelli più spessi e tende a produrre meno sebo può lavarsi anche meno di una volta ogni due-tre giorni. Altro fattore da tenere presente è se si lavora o si vive in un ambiente molto umido o se si fa molto sport: entrambe queste situazioni sporcano i capelli.

Ci laviamo i capelli troppo spesso o troppo poc 1

Per proteggere la salute del cuoio capelluto è fondamentale, poi, scegliere un prodotto che sia adatto ai propri capelli e che non contenga sostanze nocive, come per esempio i famigerati parabeni. Con l’evoluzione delle formule chimiche, adesso esistono in commercio molti più shampoo che sono effettivamente delicati sul cuoio capelluto e sono quindi più “sicuri”. E se state pensando che per avere un buono shampoo occorre spendere una fortuna, provate semplicemente a prendere l’abitudine di leggere effettivamente le etichette degli shampoo e dei balsamo e scegliere solo dopo aver compreso cosa c’è scritto.

Un ultimo consiglio? Lavatevi accuratamente: molti hair expert, infatti, imputano alla poca perizia con cui ci si lava e ci si sciacqua i capelli buona parte dei problemi del cuoio capelluto. Dopo lo shampoo e dopo il balsamo, quindi, prendetevi qualche minuto in più e assicuratevi di massaggiare bene tutta la testa. Oltre ad avere una testa davvero pulita avrete stimolato anche la circolazione sanguigna, altro elemento che può contribuire a mantenere i capelli in salute.


Valeria Poropat

Autrice, pittrice, illustratrice e qualche altra -”ice” all'occorrenza, adoro tutto ciò che comprende colore e lavoro sull'immagine. Apprezzo ciò che è autentico, mi piace l'handmade come filosofia ma so riconoscere il bello ovunque. Spirito misantropo e festaiolo, mi piace la compagnia ma anche la completa solitudine.