Le modelle curvy più famose

Le curvy model, ovvero le modelle dalle forme generose e morbide, sono sempre più apprezzate e richieste dal fashion system, facendosi portavoce di una nuova concezione di bellezza, non più necessariamente sinonimo di (in alcuni casi eccessiva) “magrezza”, ma di elogio della femminilità a 360 gradi.

E la rivoluzione, partita dagli Stati Uniti ma via via espandendosi in tutto il resto del mondo, sembra non avere più limiti e interessare sempre più la scena internazionale, con stilisti e importanti brand del mondo fashion che scelgono come protagoniste per le loro campagne pubblicitarie modelle oversize decisamente sexy e a proprio agio con il proprio corpo “ultra”-size, ultra-femminile!

Curiosi di sapere nomi e misure delle modelle “curvalicious” più famose all’estero e in Italia? Date uno sguardo alla nostra gallery! Qui trovate invece la presentazione del calendario Beautiful Curvy 2016.

Ashley Graham

Tra le modelle curvy più attive e attiviste, Ashley Graham è la plus-size model americana che conta misure giunoniche: 107-76-117, taglia 46, alta un metro e 75 e con un peso di 77 chili.

Famosa soprattutto come modella di lingerie e per il famoso brand di plus size Lane Bryant, l’hanno scelta per le proprie campagne tantissimi altri brand come AdditionElle (per cui ha disegnato una propria linea di beachwear) e Swimsuitsforall. Ashley ha debuttato anche sulle pagine di Sports Illustrated ed è comparsa sulle cover dei fashion magazine più famosi, tra cui Elle Quebec, Vogue e Glamour.

Ma la bella modella oversize è soprattutto interessata alle varie campagne contro la discriminazione del corpo femminile: sul web impazzano i video “Curvy Fit Club” dove la stessa insegna alle donne formose come è possibile mantenere un corpo tonico e in salute senza rinunciare alle… curve!

Inoltre è ambasciatrice e pioniera di un nuovo movimento, il “body size movement” che insegna ad accettarsi e a vedersi belle e sexy in tutte le forme e taglie. Che la curvy girl revolution abbia inizio! Potete iniziare dando un’occhiata al suo seguitissimo profilo Instagram: @theashleygraham

Robyn Lawley

Robyn Lawley è la modella australiana dalle forme sensuali e generose, diventata famosa dopo che la direttrice creativa di Vogue Italia, alias Franca Sozzani, l’aveva voluta nel 2011 sulla copertina della famosa rivista di moda. Inoltre è stata la prima modella curvy ad apparire sulla Swimsuit Edition di Sports Illustrated.

Animalista convinta e vera amante del cibo, possiede una taglia 46 e misure che vanno ben oltre le canoniche 90-60-90: un metro e 87 di altezza e cm 99-78-106. Ma lei non si sente per niente “eccessiva” anzi definisce il suo corpo tonico e da vera bomba sexy.

Ha disegnato lei stessa una linea di beachwear che porta il suo nome, e i cui costumi possono essere comprati anche sul famoso eshop Swimsuitsforall. Tra i tanti stilisti con cui ha collaborato, si annovera Ralph Lauren, Elena Miro e Marina Rinaldi, che l’ha voluta insieme a molte altre curvy models come protagonista della linea Red Carpet, per la collezione autunno-inverno 2014.

Jennie Runk

Jennie Runk, americana doc, è una taglia 42 ma è fiera delle sue forme sinuose, con il suo giro fianchi di 114 centimetri e un’altezza di 178. La bella Jennie è diventata famosa come modella plus-size nel 2013, quando il brand low cost H&M l’ha scelta come testimonial per la sua campagna estiva di beachwear.

Tantissimi retailer low cost sembrano ormai essersi adeguati alle esigenze della donna curvy, H&M ha introdotto la linea “plus size”, OVS propone la linea Taglie Comode e Asos nell’eshop propone un’intera sezione dedicata alla donna Curve & Plus Size, con abbigliamento che va dalla taglia 50 alla 60.

Jennie ha anche sfilato per le case di moda italiane dedicate alle donne curvy quali Elena Mirò e Marina Rinaldi. Per quanto riguarda quest’ultimo brand inoltre, da sempre interessato a portare avanti la bandiera della bellezza formosa, in occasione di Expo 2015 ha ideato una vera e propria propaganda dal titolo Marina Rinaldi Women Are Back. Per tutta la durata del grande evento infatti, la dispensa “Storie di Donne e Cibo”, ovvero il titolo della monografia da collezione che Marina Rinaldi ha affidato a Martina Liverani, sarà disponibile in tutti i punti vendita del monomarca.

Candice Huffine

Candice Huffine è la prima modella curvy ad apparire sul calendario Pirelli 2015. Sulla soglia dei trent’anni, vanta un corpo tonico e giunonico e misure mozzafiato: 96-83-108 per 1 metro e 80 di altezza.

Assieme ad altre famose curvy model, come Ashley Graham, Marquita Pring, Justine LeGault, Victoria Lee ed Elly Mayday, ha aderito alla campagna #ImNoAngel, promossa dal celebre marchio Lane Bryant in contrapposizione alle donne “stecchino” celebrate dal noto brand americano Victoria’s Secret. Basta uno specchio su cui scrivere in rossetto #ImNoAngel e postarlo via social network per promuovere una campagna che sta avendo successo planetario.

Anche sull’onda di un’altra petizione lanciata online lo scorso novembre di contro alla campagna di Victoria’s Secret “Perfect Body” che immolava corpi longilinei e perfetti come modello di bellezza femminile assoluta. In quest’occasione il messaggio ambiguo e discriminatorio è stato subito cancellato dal marchio di lingerie e cambiato in “A Body for every Body”, “Un corpo per tutte”.

Lizzie Miller

Californiana, taglia 46, alta 1 metro e 80 e con le misure 101-78-107, Lizzie Miller è una delle più ferventi attiviste della Plus Size Revolution. Diventata famosa nel 2009 quando Glamour America l’ha voluta in copertina come testimonianza di una nuova visione di bellezza e femminilità, è comparsa su tantissime passerelle, da OneStopPlus a Marina Rinaldi ed Elena Mirò a Milano, rivoluzionando il palinsesto fashion e apportando con forza e risoluzione il suo contributo nello scardinare il concetto ormai obsoleto di magro=bello.

Durante un’intervista al Daily Mail ha così affermato: “Gli stilisti devono comprendere che anche noi donne curvy abbiamo soldi e possiamo permetterci abiti fashion. Vogliamo vestirci fashion”. Lizzie ha anche un profilo Instagram seguitissimo: @lizziemiller8

Tara Lynn

Con misure da vera curvy lady, 97-79-109, alta 1,77 m per 89 kg Tara Lynn ha conquistato il mondo americano e non grazie non solo a un viso da vera dea greca, capelli scuri e occhi acquamarina cristallini, ma per la leggiadria e la naturale eleganza con qui sfoggia su riviste patinate e passerelle un corpo taglia 50, formoso e sooo sexy.

Diventata famosa comparendo più volte sulla rivista Elle France nel 2011 e Elle Spagna nel novembre 2013, ha partecipato alla linea Big is Beautiful di H&M ed è stata scelta da Forever 21 per la collezione beachwear 2015.

Saffi Karina

La storia di Saffi Karina all’interno del mondo “tutto lustrini” del fashion è una di quelle che affascinano e lasciano trapassare un messaggio forte e di grande portata globale: dopo aver sfilato sulle passerelle per alcuni anni, la sua taglia sempre più vicina a una 42 (ovvero una taglia 10) invece che una 40 (ovvero una taglia 8 o “zero”) le aveva quasi completamente chiuso le porte a tutte le case di moda che l’avevano definita troppo “grossa” per poter sfilare sulle catwalk internazionali.

Ma Saffi non si è persa d’animo e, trovato il suo peso-forma ideale intorno alla taglia “12” (o, al massimo, una “14”), è diventata una delle curvy model più richieste e famose. Ha deciso quindi di fondare the “Curve Project London“, ovvero un’organizzazione con corsi, workshop e lezioni di make up-portamento per insegnare il lavoro di modelle a tutte coloro che desiderassero entrare a far parte del mondo fashion ma rigorosamente (e orgogliosamente) appartenenti alla plus size.
Se volete curiosare un po’ sui social network, questo è il suo profilo Instagram: @mssaffi_k

Alessandra Garcia

Figlia dell’attore cubano Andy Garcia, la bella e formosa Alessandra Garcia è ormai entrata a far parte del mondo curvy in veste di super modella oversize: portavoce di uno stile di vita sano e naturale, il suo corpo da sexy-bomb parla per lei, con misure abbondanti ma toniche, poiché come dice lei stessa, è importante avere un’alta autostima, amare il proprio corpo in tutte le sue forme e rotondità, ma che sia anche sano, perché non c’è cosa più importante del volersi bene e stare bene con se stesse.

Ha posato su varie copertine come quella recente per Glamour Italia, ed è una delle testimonial del noto retailer beachwear per taglie forti Swimsuitforall.

Elisa D’Ospina

Classe 1983, Elisa D’Ospina è l’orgoglio curvy tutto italiano, erede dell’ideale femminile di donna mediterranea tutta curve, formosa e super sexy al contempo. Attiva nel mondo fashion già dal 2008, Elisa è una Curvy International Model che non solo sfila sulla passerella, ma si fa portavoce del messaggio “bellezza è sentirsi bene con il proprio corpo e amarsi”.

Attiva sui social network e su ogni canale di comunicazione, scrive articoli per Il Fatto Quotidiano, è autrice del libro Una Vita Tutte Curve edito da Giunti Editore e su Rai2 è “curvy coach” nel programma pomeridiano Detto Fatto, condotto da Caterina Balivo. Sempre sorridente e raggiante, è davvero un messaggio positivo per tutte le donne italiane e non. Ecco il suo profilo Instagram: @elisadospina

Tess Holliday

A sbaragliare la concorrenza delle plus size model in termini di misure e grandezze ci pensa lei, Tess Holliday, modella americana che mira ad abbattere per sempre i canoni estetici della bellezza stereotipata, con i suoi 100 chili di prorompente sensualità, e vantando una taglia 56 per 1 metro e 65 di altezza.

Voluta da una delle agenzie di moda britanniche più influenti, la MiLK Model Management, Tess è attivissima sui social network e ha un blog, tessmunster.com, che vanta migliaia di visite giornaliere. Volete saperne di più? Date uno sguardo al suo profilo Instagram: @tessholliday


Laura Scolari

Sono una creativa al 100%. Amo il bello e ogni forma d’arte, mescolare parole e stoffe, colori ed emozioni. Per questo sono una scrittrice e traduttrice letteraria, ma con un’ossessione per il vintage e per i bottoni, che combino insieme per dare forma a preziosi bijoux. Un sogno ricorrente: vago per le bancherelle vintage di una città immaginaria, ci sono i bistrot e le brasserie della Parigi della Belle Epoque, eppure negli angoli bui della notte le atmosfere underground londinesi tornano a farmi visita. Bevo un sorso di vino con Baudelaire e Edgar Allan Poe, ma Woody Allen mi dice che quello non è il mio tempo. Ringrazio, prendo il treno per il Darjeeling e il controllore mi dice di tornare alla realtà. “Scendo certo, alla prossima fermata,” rispondo. Sorrido, chiudo gli occhi, e continuo a sognare.