Capelli colorati per Halloween 2017: i consigli dell’hair stylist Roberto Carminati

Halloween 2017 si avvicina a grandi passi ed è tempo di pensare a trucco e parrucco! La notte del 31 ottobre è il tripudio dei make-up e dei look spaventosi, ma questo non significa che dobbiate rinunciare a essere glamour. I capelli colorati sono una delle tendenze moda più in voga del momento, come vediamo anche dai look di molte celebrity: da Ariana Grande a Lottie Moss, è davvero il caso di dire che se ne vedono di tutti i colori!

L’idea vi piace e volete saperne di più? L’hair stylist delle celebrità (tra le sue clienti ci sono Antonella Clerici, Roberta Capua e Nina Zilli), tutor di “Detto Fatto” e autore del libro “Biondo Platino: Il Colore dei Sogni”, Roberto Carminati, ha svelato in un’intervista esclusiva a noi di Junglam i trucchi e i segreti per sfoggiare una chioma unica!

Capelli colorati

Per colorare i capelli, prima bisogna “decaparli”. Photo credits: @nealmhair on Instagram

I capelli colorati sono la moda del momento: ma come si fanno?
Tutti questi trattamenti prevedono che i capelli siano precedentemente decolorati. In gergo si dice “decapati”. Il decapaggio viene effettuato sui capelli non lavati e asciutti. Questi trattamenti non si possono fare sui capelli scuri, mentre è possibile realizzarli su capelli con mèches oppure biondi molto chiari naturali. I colori che vengono utilizzati sono creme tonalizzanti, pigmenti, che non sono in grado di schiarire nessuna base. Per questa ragione, sono trattamenti che vanno fatti dal parrucchiere. Un’eccezione è rappresentata dai capelli con mèches. In questo caso, è possibile fare da sé: applicando la crema tonalizzante, le ciocche mechate diventano del colore scelto. Per la stessa ragione, sono trattamenti che non sono conciliabili con una serata, tipo Halloween, perché richiedono una certa preparazione. A meno di non volere sfoggiare i capelli colorati anche dopo.

Per realizzare Unicorn Hair, Rainbow Hair e via dicendo, la procedura è la stessa che per la tinta unita?
Anche in questo caso, per prima cosa i capelli devono essere decapati. Dopo, sulla radice viene applicato un colore, a metà lunghezza un altro e sulla punta un altro ancora. In alternativa, è possibile procedere per fasce di capelli, accostando i colori in modo verticale. Il risultato è un degradé sfumato. Un’altra soluzione ancora è quella di fare delle mèches.

Il colore dura a lungo?
Il colore va via dopo un paio di shampoo. Quindi, se si vuole sfoggiare una chioma particolare una sola sera, per esempio a Halloween, è possibile. Invece, se c’è il desiderio di tenere i capelli colorati per più tempo, è necessario riapplicare il pigmento dopo ogni lavaggio. La crema tonalizzante da utilizzare a casa si compra dal parrucchiere. Tra l’altro, il colore va via in maniera non uniforme e, se non si riapplica il pigmento, l’effetto è davvero poco bello.

Capelli colorati

I capelli colorati devono essere “ravvivati” dopo ogni lavaggio con una crema tonalizzante. Photo credits: @jaymz.marsters on Instagram

Come si fa a mantenere a casa le colorazioni arcobaleno?
Unicorn Hair, Mermaid Air e via dicendo sono difficili da mantenere a casa, perché il pigmento va riapplicato in modo specifico. Per continuare ad avere colori intensi e brillanti, è necessario tornare dal parrucchiere. E anche così, non è detto che la sfumatura risulti esattamente uguale.

Il trattamento stressa i capelli?
Purtroppo, sì. Per applicare il pigmento, è necessario schiarire molto i capelli: sulla ciocca non deve rimanere nessuna traccia del colore naturale. Più è bianca e migliore è il risultato. Se il decapaggio non è eseguito bene, la radice può restare più gialla rispetto alla lunghezza. In questo caso, applicando il blu, la base del capello diventa verde. Per ottenere un effetto omogeneo, l’ideale è avere i capelli molto corti. Un esempio di colore ben riuscito è il rosa sfoggiato da Elodie a Sanremo 2017.

C’è un modo per avere i capelli colorati e non rovinarli?
Un buon compromesso è colorare solo qualche ciocca, tipo mèches. Oppure, nel caso di tagli particolari e spiritosi, la frangia, il ciuffo o le basette. Un’altra alternativa sono le extension colorate. In questo caso è possibile “giocare” molto, senza stressare troppo i capelli. Durano fino a 90 giorni e non hanno bisogno di nessuna manutenzione a casa. E sono pure una soluzione adatta per una serata come quella di Halloween. Nel novero rientrano anche le colorazioni temporanee. Per esempio, ci sono dei gel che vanno applicati con degli appositi “spazzolini”, che permettono di ottenere varie sfumature e vanno via lavando i capelli. Naturalmente, l’effetto non è fluido e luminoso come nel caso dei pigmenti applicati sui capelli decolorati.

Come si curano i capelli colorati?
Prima di lavarli, può essere d’aiuto fare degli impacchi con degli oli o delle maschere nutrienti. In ogni caso, il pigmento che bisogna applicare per mantenere il colore contiene degli ingredienti ristrutturanti. Va utilizzato come una crema tonalizzante: si applica dopo lo shampoo, sui capelli umidi e va lasciato in posa almeno 20 minuti.

Capelli colorati

Il costo per una chioma colorata varia in base a diversi fattori. Photo credits: @the.hair.sa on Instagram

Quanto costa indicativamente colorare i capelli?
È difficile indicare un range di prezzo, perché dipende dal lavoro. Se consideriamo dei capelli corti e un effetto parziale, il costo della decolorazione può variare dai 30 ai 50 euro. Invece, i pigmenti possono avere un prezzo compreso tra 20 e 30 euro, a seconda del formato. Naturalmente, i capelli lunghi richiedono più prodotto e più lavoro. Per le extension, il costo dipende dal numero di ciuffi applicati. Nel caso di extension di capelli veri, il prezzo è all’incirca simile o poco più alto.

E quando ci si stanca dei capelli colorati?
In linea di massima, per tornare alla propria tonalità basta fare un bagno di colore. E poi è consigliabile usare dei prodotti specifici, come shampoo nutrienti e maschere, per ristrutturare i capelli e farli “recuperare” dopo lo stress subito.

La moda dei capelli colorati è destinata a durare?
È innegabile che la difficoltà a mantenere il colore rappresenta un ostacolo. L’euforia c’era e c’è ancora, ma quando le persone vengono a conoscenza del trattamento che va fatto prima di colorare i capelli e della manutenzione necessaria, un po’ si scoraggiano.

Photo cover credits: @amythemermaidx@presleypoe, @ilsevoorhaar e @shearcraft on Instagram


Silvia Artana

Dopo la laurea in Scienze e Tecnologie Agrarie, ha conseguito un Master in Divulgazione Scientifica e ha mosso i primi passi nell'editoria occupandosi di scienza e tecnologia. Oggi scrive di moda, bellezza, benessere, lifestyle, cinema e TV per diversi magazine digitali e svolge attività di copywriting e storytelling online e offline.